Previsioni Meteo a “POZZO VOLITO”
POZZO VOLITO meteo
Image Alt

Oggi vorrei...

Attività di terra

             

 

LA VIA SALLENTINAE’ unaantica via romana (edificata su una preesistente via messapica, già citata da Plinio il Vecchio) prolungamento della via Appia e congiungimento tra Taranto e i principali centri del Salento. Nella nostra zona collegava Barbarano (Piccola Leuca), Vereto (Cappella della Madonna di Vereto e Le Centopietre), Santa Maria di Leuca (Santuario del Finibus Terrae dedicato alla Vergine Assunta al Cielo”).

SENTIERO DI VERETO: Vereto, centro messapico identificato con la mitica Hyrie (la città madre della Iapigia, secondo lo storico greco Erodoto), sorgeva su un altopiano a 140 metri s.l.m., lungo il percorso della via Sallentina. La posizione strategica permetteva ai suoi abitanti di controllare l’intera piana sottostante che da Torre Vado si stende sino a Santa Maria di Leuca e un’ampia area compresa tra gli odierni centri urbani di Montesardo e Castrignano del Capo. L’approdo di riferimento era Torre S. Gregorio, suggestiva baia protetta dai venti dei quadranti settentrionali, orientali e meridionali e ben fornita di sorgenti d’acqua dolce.

SENTIERO DEL CIOLOLa Baia del Ciolo può essere raggiunta a piedi, lungo un percorso di 4km, partendo dal cuore di Gagliano, al lato sinistro della Parrocchiale di San Rocco.
Si percorre il lembo di terra ai piedi dei due imponenti costoni rocciosi che formano un canalone centrale, originatosi, nel corso dei millenni, dall’azione erosiva dei corsi di acqua piovana. Il paesaggio che si presenta alla vista appare come un quadro dai dettagli netti e i colori vividi da cui emerge con forza lo sfondo del mare blu.

SENTIERO LE CIPOLLIANEE’ un percorso rurale di 2,5 km. (circa 1 h.), che parte dal Ciolo e arriva al parcheggio del Porto Vecchio di Novaglie. Anticamente il Sentiero veniva percorso per trasportare, con l’aiuto di asini, il sale e altre merci dalla costa alle zone più interne del territorio

LA VIA DEL SALE: Queste vie di Corsano derivano il nome dalla funzione di guida per gli operai che raccoglievano il sale nelle vasche scavate lungo la scogliera.
Il più antico è il tratturo N’zepe-Bortoli dal quale si dipartono, dal XVIII secolo, strade secondarie che hanno il nome di Munterùne, Scalaprèula e Scalamùnte. Da una di queste, in località Scalamàsciu a Marina di Guardiola, parte la nostra via e si prosegue a piedi su un percorso di circa 3 h. fino a raggiungere N’zepe-Bortoli, a Corsano.

ASSOCIAZIONE TREKKING SALENTO: L’Associazione Speleo-Trekking-Salento nel 1997 per diffondere la conoscenza del territorio salentino dal punto di vista naturalistico e culturale al fine di educare allo sviluppo sostenibile e al rispetto e salvaguardia dell’ambiente. LINK

SALENTO BICI TOUR: SBT è un’associazione nata nel…. LINK

BIKE CAFE’: LINK

MANEGGIO DELLE ROSE: Morciano Di Leuca (LE) LINK

Proverbio Salentino

``Ci camina llicca ci stae a ccasa sicca``