Contact
9 Crosby Street, New York City, NY
hotelemail@provider.net
(646) 218-6400
Follow
Image Alt

Oggi vorrei...

Cultura & Artigianato

Perle locali

Cento Pietre a Patù: mausoleo sepolcrale del generale Geminiano, messaggero di pace trucidato dai saraceni subito prima della battaglia finale tra cristiani e infedeli di Campo Re del 24 giugno 877, ai piedi della collina di Vereto.

Campanile Spezzato (Chiesa della Natività) a Tricase, nella affascinante e centrale Piazza Pisanelli, ritrovo preferito dai “tricasini” tra palazzi storici e ottimi aperitivi.

Chiesa della Immacolata a Gagliano

Chiesa della Madonna di Vereto a Patù

Piccola Leuca a Barbarano

Bar Bielle 2000 a Gagliano, dove il regiata Edoardo Winspeare ha girato una scena del suo film, La vita in comune (2017). Nella scena si vede la grande aquila simbolo del bar e il proprietario. Nel bar una sorprendente e fornitissima grande bacheca di vetro con centinaia di conchiglie, denti di squalo e souvenir di mare…da non perdere.!!

Specchia (e il frantoio ipogeo di Palazzo Risolo), molto bella e ben tenuta, la sera è viva e spesso vengono organizzati degli spettacoli in piazza. La Pro Loco organizza una visita guidata gratuita dicirca un’ora al Palazzo e al frantoio ipogeo, cioè ricavato sotto terra, scavato nella roccia, per mantenere l’umidità ideale. Ne esistono parecchi nella zona, ma a quanto pare il frantoio di Specchia sembra essere uno dei più grandi e meglio recuperati. Di grande impatto la macina perfettamente conservata. Pro Loco Specchia – Piazza del Popolo (prolocospecchia@libero.it) 0833.1831793–346 3740648

Otranto e l’Oasi Rossa delle Cave di Bauxite

Punta Palascìa e il concerto della prima alba d’Italia

Curiosità
SALENTO NEL CINEMA

Sarà la luce abbagliante o il bianco del barocco o l’azzurro cristallino di mare e cielo a far innamorare del Salento registi ed attori che qui trascorrono lunghi mesi di registrazione. Winspeare, Veronesi, Özpetek non sono i soli ad aver scelto il Salento come scenografia dei loro film e spesso come seconda casa.

SALENTO NELLA MUSICA

I canti antichi del Salento hanno avuto origine diverse, le pizziche erano dedicate ai tarantolati, ma svanito il culto del Tarantismo, tutto il sapere di melodie, ritmi e canti popolari confluirono nella cultura popolare. Ci sono canti che allietavano la giornata di lavoro, altri canti si lamentavano di un particolare disagio sociale, tantissime erano le canzoni dedicate all’amore, ad un amore rimpianto, ad un amore impossibile, ad un amore tradito, un amore non corrisposto, un amore ingiusto o un amore approfittatore.

 

PROVERBI
ANEDDOTI
Artigianato

Ceramiche:
Indino a Lucugnano
Branca a Tricase
Donna Barbara a Leuca Porto Vecchio
Tessuti:
Tessitura Calabrese a Tiggiano
Metalli lavorati:
Pappadà a Specchia
Cesti intrecciati:
Da Vincenzo 0833690004 a Ruffano.

``Nu te piji se nu te ssomiji``